dierre home solutions
Pavimenti interni

Pavimenti interni: differenze tra LVT e laminato

Rifare i pavimenti interni della propria casa è uno di quegli interventi di ristrutturazione che rappresenta un sogno e un incubo per tanti di noi. L’idea di mettere mano così profondamente in casa, anche con tutti i disagi che questo comporta, si scontra con il desiderio di cambiare e passare a modelli più moderni con soluzioni esteticamente migliori e più efficienti per quel che riguarda i pavimenti interni delle stanze della nostra casa.

Perché cambiare i pavimenti?

La scelta di procedere con la sostituzione dei pavimenti interni di casa è dovuta fondamentalmente a tre diverse ragioni:

  • estetiche;
  • integrità;
  • tecnici.

Le ragioni estetiche sono quelle che vanno per la maggiore, con la necessità di svecchiare i rivestimenti della casa e optare per soluzioni che rispondano ai nuovi standard di design. Magari anche perché è cambiato l’arredamento, sono state ritinteggiate le pareti, ma i pavimenti rimangono ancora quelli di quando l’edificio è stato costruito e il risultato finale non è certo invidiabile.

Ci sono poi motivi di integrità del rivestimento. I pavimenti interni, a differenza di quelli esterni, sono soggetti a maggiore usura e rischio di rompersi o rovinarsi. Macchie, crepe e problemi vari, possono mettere a dura prova l’integrità del pavimento. Questo ha un effetto anche sull’estetica, con lo sguardo che andrà puntualmente a notare ogni piccola imperfezione, aumentando il desiderio di sostituire il pavimento.

Le ragioni tecniche sono quelle relative a tutte quelle realtà nelle quali alcuni impianti passano sotto il pavimento. Non solo tubazioni e impianto di riscaldamento, ma anche la volontà di migliorare l’isolamento termico dell’abitazione o assicurarle una maggiore stabilità e sicurezza. Anche i pavimenti contribuiscono a questo scopo e può essere utile optare per soluzioni più moderne.

Quali? Quelle dei pavimenti in LVT e in laminato. Conosciamole più nel dettaglio

Caratteristiche e vantaggi dei pavimenti in LVT e laminato

Pavimenti in LVT

Partiamo dai cosiddetti pavimenti in materiale vinilico (LVT), il cui acronimo sta a significare Luxury Vinyl Tile. Parliamo quindi di piastrelle in vinile lussuose. Sono quindi un’evoluzione lussuosa, che punta molto sul valore estetico, dei tradizionali pavimenti vinilici. Questi sono quei rivestimenti realizzati con quel materiale che tutti abbiamo almeno una volta visto (e calpestato). È infatti quel materiale che comunemente (ma sbagliando) viene chiamato linoleum e che è utilizzato diffusamente negli ospedali, nelle palestre nelle scuole e in tantissimi altri contesti.

I nuovi pavimenti in LVT sono forniti innanzitutto non in rotoli, ma in piastrelle di forma rettangolare o quadrata che possono avere qualsiasi tipo di formato (30×30, 30×60, 60×60, 20×120, eccetera). Il LVT non è solo design, ma anche tanta sostanza. A partire dalle tecniche di posa. Le singole piastrelle, infatti, possono essere incastrare, fissate tramite adesivo, appoggiate o incollate. Questo consente, fin dalla fase progettuale, di avere a disposizione diverse tecniche cui affidarsi per ottenere l’effetto desiderato.

Dal punto di vista propriamente tecnico parliamo di una piastrella la cui parte superiore (quello calpestato) è in realtà uno strato trasparente che può avere vari spessori. La differenza varia in funzione della resistenza che si vuole ottenere anche in base al tipo di utilizzo del pavimento. Sotto di esso vi è uno strato decorativo e, sotto ancora, una fibra di vetro che ha lo scopo di gestire i cambiamenti dimensionali.

Come abbiamo anticipato la grande innovazione di questo tipo di piastrelle è dato dalla grande versatilità e capacità estetica. Innanzitutto i colori: i pavimenti in LVT sono disponibili in tantissime tonalità e sfumature, anche quelle che replicano gli effetti classici del legno, della pietra e del marmo, senza rinunciare a dare vita a soluzioni più moderne ed esclusive con la possibilità di creare qualsiasi tipo di effetto grafico.

Pavimenti in laminato

Un’alternativa molto interessante è quella data dai pavimenti in laminato. In questo caso abbiamo un materiale estremamente resistente, semplice da posare e dalle enormi potenzialità sia tecniche che estetiche. Questo perché i pavimenti interni in laminato hanno la grande versatilità di poter essere impiegati sia in contesti residenziali che commerciali. Sono una soluzione straordinaria considerando la capacità di controllare efficacemente l’umidità. Parliamo infatti di un materiale realizzato con sostanze naturali capaci di incidere anche sul clima interno dell’ambiente nel quale sono installate.

Sono tre le ragioni per cui scegliere un pavimento in laminato: versatilità, resistenza ed eleganza. La versatilità, come visto, è data dall’utilizzo pressocché universale di questo materiale che ha una grande facilità di posa che assicura anche una certa rapidità nel completamento dei lavori.

È poi un rivestimento resistente, sia in termini di longevità nel tempo che di capacità di resistere alle abrasioni, all’acqua e ai colpi. Anche per questo motivo è un pavimento perfetto per qualsiasi ambiente, non subendo conseguenze dallo stress di utilizzo. Parliamo inoltre di un rivestimento semplice da pulire e con spiccate proprietà igieniche. Una caratteristica che strizza l’occhio alla tutela della natura (perché privo di sostanze tossiche), ma che si rivela ideale per coloro che soffrono di particolari allergie.

Se anche l’occhio vuole la sua parte i pavimenti in laminato possono soddisfare questo tipo di esigenza offrendo tantissimi diversi effetti. Legno, cemento, pietra e tantissimi altri, per vestire in maniera perfetta ogni ambiente della propria casa, boutique o locale commerciale.

Altri articoli interessanti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.