Porte interne a vetri

Porte interne a vetri: vantaggi e consigli per una scelta utile e di stile

Tra gli interventi per migliorare la vivibilità delle nostre case la scelta delle porte interne è, purtroppo, una delle più sottovalutate. Eppure, anche se apparentemente estremamente semplici, le porte interne rappresentano un elemento di straordinaria importanza sia dal punto di vista dell’arredo che del contributo all’efficienza energetica dell’abitazione.

Per questo motivo vogliamo occuparci delle porte interne a vetri, una soluzione particolare ma dalle enormi potenzialità, che meritano di essere prese in considerazione nel momento della costruzione di una nuova casa o nella ristrutturazione di una già esistente.

La scelta delle porte interne

Prima di esaminare nel dettaglio come sono, quali sono le caratteristiche e quali le ragioni per scegliere le porte interne a vetri è utile porre l’attenzione su alcuni elementi distintivi di tutte le porte da interno. Queste non sono meri divisori delle stanze (sebbene svolgano anche questa funzione), ma contribuiscono a definire l’identità degli spazi interni, a rendere accogliente ogni stanza e a migliorare il comfort e l’efficienza energetica.

Sì perché qualunque sia la tipologia di porta interna (a battente, scorrevole o a libro) essa consente di gestire in maniera ottimale lo spazio delle stanze che allo stesso tempo unisce e separa, creando una divisione efficace ma anche uno sviluppo organico della casa. Inoltre le porte interne, anche in virtù dei materiali con cui sono realizzate e della qualità della struttura, permettono, quando chiuse, di evitare la dispersione di energia e ottenere un elevato livello di isolamento termoacustico tale da assicurare comfort, accoglienza e risparmio economico; tutto quello di cui si ha bisogno all’interno di una casa.

Vetro non vuol dire solo e sempre trasparenza

Entrando più nel dettaglio delle porte interne a vetri è doveroso chiarire che la scelta verso questo tipo di infisso è una questione sia di eleganza che di funzionalità. Il vetro, infatti, non è sinonimo di trasparenza e scegliere una porta interamente o parzialmente in vetri non è una rinuncia alla privacy e alla riservatezza. Il vetro può essere non solo colorato ma anche lavorato in maniera tale da non rendere visibile attraverso di esso. Sono tantissimi gli effetti e i trattamenti cui è possibile sottoporre le porte interne a vetri ottenendo sempre un elemento di grande pregio, eleganza e bellezza.

Caratteristiche e vantaggi delle porte interne a vetri

Ma perché scegliere le porte interne a vetri rispetto a quelle classiche o in altri materiali? Il pregio, l’eleganza e la bellezza di cui dicevamo trovano in questi infissi la loro massima e migliore espressione. Il motivo? Parliamo di porte dal design fenomenale capaci di sfruttare al massimo la luminosità e non costituire un ostacolo alla luce (naturale o artificiale). Anzi, grazie a essa è possibile giocare con le tonalità della luce e, grazie alle cromature del vetro, ottenere effetti stupendi e intriganti con i quali trasformare gli ambienti della propria casa.

Inoltre le porte interne a vetri di ultima generazione hanno una tenuta straordinaria e non consentono le dispersioni di calore: il fresco rimane in casa durante l’estate così come il calore durante l’inverno. Una realtà ottimale dal punto di vista del comfort ma anche del risparmio sulle bollette energetiche.

Oltre a quanto appena detto le porte interne a vetri si rivelano straordinariamente efficaci anche nella capacità di ampliare gli spazi. Senza dimenticare quella capacità, tipica del vetro, di dividere senza separare e all’occorrenza unire in maniera dolce e delicata.

Grazie alle porte interne a vetri l’identità della casa verrà radicalmente trasformato, ottenendo un contributo estetico meraviglioso, caratterizzato da spazi aperti, liberi e luminosi; ideali per superare il concetto di spazi domestici chiusi, oscuri e soffocanti.

Consigli utili per una scelta vincente

Per gli architetti e gli interior designer trovano nelle porte interne a vetri uno degli elementi più versatili e creativi per dare spazio alla loro fantasia. Nella scelta delle migliori porte interne a vetri oltre agli aspetti puramente tecnici (dimensioni, struttura, serramento, eccetera) è doveroso concentrarsi sulla tipologia e lo stile e sui colori.

La tipologia

Oggi le porte interne a vetri più in voga sono quelle tutto vetro, decorate o colorate, quelle francesi e quelle dallo stile contemporaneo.

Le porte tutto vetro sono ideali per gli ambienti minimal e sono disponibili in tantissime versioni grazie alla possibilità di realizzare con un’unica tonalità di colore o con particolari trattamenti capaci di restituire effetti speciali e inimitabili.

Le porte interne francesi, invece, sono quelle caratterizzate dalla presenza di una cornice, in legno o di colore bianco, che costituiscono una scelta ideale per chi è alla ricerca di uno stile classico ma allo stesso tempo moderno e dalla forte personalità.

Le porte dallo stile contemporaneo sono quelle che offrono una vasta serie di soluzioni figlie della creatività del produttore che permette di sfruttare le enormi potenzialità del vetro e restituire un infisso semplicemente affascinante, bello da vedere e intrigante da utilizzare.

I colori

Per quel che riguarda la scelta dei colori il consiglio è quello di osare e di superare le tradizionali porte con vetri satinati o opachi che rischiano di vanificare molti dei pregi di questo tipo di materiale. Tutto dipende dallo stile e dai colori dell’arredamento della casa e nelle porte interne si può giocare a scegliere tonalità che si sposino o contrastino con questi colori, richiamandoli nelle finiture e ottenendo un gioco vivace o discreto, secondo il modo di vivere gli ambienti domestici.

Arredamento
Arredamento

Altri articoli interessanti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere