dierre home solutions
Carta da parati

Carta da parati: tendenze e novità per la casa

Già da qualche anno la carta da parati è riuscita a recuperare interesse e importanza nel mondo dell’arredamento e della ristrutturazione. Dopo che per un periodo sembrava essere destinata a occupare i ricordi più datati, essere associata alle case dei nonni e vedersi preferita la tinteggiatura, la carta da parati è tornata in auge dimostrano di essere una soluzione non solo pratica, ma anche innovativa ed elegante. Non solo per il rivestimento delle pareti, ma anche per i pavimenti, il soffitto, le superfici esterne e i bagni. Sì, anche i bagni come vedremo.

Vantaggi della carta da parati

Vantaggi carta da parati

Vantaggi carta da parati

La domanda se è meglio la tinteggiatura o la carta da parati è scorretta, in quanto entrambe sono soluzioni che possono (e devono) essere prese in considerazione per l’arredamento della propria casa. Tra il gusto personale e gli aspetti tecnici di ciascuna soluzione, la carta da parati ha degli indubbi elementi che la rendono una scelta ottimale. I principali vantaggi della carta da parati sono:

  • personalizzazione;
  • longevità;
  • lavabilità;
  • estetica;
  • isolamento.

Personalizzazione

Dobbiamo dimenticare la carta da parati delle case del secolo scorso; oggi si tratta di una realtà completamente nuova dove la carta è solo una delle tante possibilità. Questo rivestimento, infatti, può essere realizzato con diversi materiali (anche con effetti tridimensionali), colori e texture, permettendo una personalizzazione pressocché illimitata. Inoltre può essere applicata solo in alcune stanze, ma anche solamente su alcune pareti o porzioni di esse, dando massima libertà di inventiva.

Longevità

Allo stesso tempo la carta da parati ha una maggiore longevità rispetto alle tinture, rappresentando quindi un investimento vantaggioso anche a lungo termine.

Lavabilità

Gli imprevisti in casa sono all’ordine del giorno e in alcuni ambienti più di altri. Pulire le superfici e i rivestimenti è spesso più un problema che una possibilità. Non è così con la carta da parati, che risulta essere facilmente lavabile e anche per questo pratica.

Estetica

Più che una questione di bellezza e di design (che per molti aspetti rimane una valutazione soggettiva), la carta da parati ha anche la capacità di nascondere e coprire le eventuali imperfezioni presenti sulle pareti. Rendendo quindi ogni ambiente sempre perfetto alla vista.

Isolamento

Trattandosi di un rivestimento ed essendo realizzato con diversi materiali, la carta da parati è un ottimo elemento isolante. Questo significa maggiore confort climatico, ma anche un ridotto spreco energetico, con tutti i vantaggi anche dal punto di vista economico.

Novità e tendenze per il 2020

Tendenze carta da parati

Tendenze carta da parati

Come abbiamo già anticipato la prima cosa che è importante sottolineare è che per molti versi il termine carta non è più propriamente corretto. Sono diversi i materiali impiegati per la realizzazione di questo rivestimento, consentendo ampie soluzioni, sia dal punto di vista tecnico che estetico.

7 principali tendenze del 2020

Novità carta da parati

Novità carta da parati

Dal punto di vista estetico queste sono le principali tendenze che è possibile realizzare con la carta da parati:

  • Natura;
  • Effetto marmo;
  • Chintz;
  • Integrazione;
  • Geometria;
  • Effetto metallizzato;
  • 3D.

Natura

L’attenzione per la natura e l’ambiente si riflette anche nelle decorazioni delle carte da parati. In questo caso troviamo rivestimenti con disegni floreali che comunicano freschezza e relax. Questa tendenza non è da confondere con un ritorno al passato, in quanto c’è molta vitalità e ricerca di soluzioni contemporanee.

Effetto marmo

Il classico non tramonta mai e così come avviene per gli altri tipi di rivestimenti anche la carta da parati conosce la sua versione a effetto marmo che rimane una tendenza promettente anche per i prossimi mesi.

Chintz

Per chi è alla ricerca di un effetto più raffinato, con dei richiami vintage, il Chintz è il tipo di carta da parati ideale. È una soluzione con decorazioni floreali con tratti caratteristici dello stile indiano; è una scelta sobria ma significativa per esaltare le decorazioni di qualsiasi ambiente.

Integrazione

Lo abbiamo detto e lo ripetiamo: è riduttivo cercare un solo stile da introdurre nella propria abitazione. La carta da parati consente infatti una grande commistione di modelli, disegni e colori. Questa integrazione permette di liberarsi da soluzioni preconfezionate e dare risalto alla propria creatività.

Geometria

Un’alternativa molto interessante e di tendenza anche nel 2020 è quella che utilizza le figure geometriche. Si parte sempre da composizioni molto semplici e capaci nel loro insieme di creare un effetto vivace e molto artistico.

Effetto metallizzato

Un trend di quest’anno è quello relativo all’effetto metallizzato che però deve essere utilizzato con attenzione per esaltare le caratteristiche di queste tonalità.

3D

Forse la tendenza che continua a suscitare interesse è quella che prevede effetti tridimensionali. Il 3D applicato alla carta da parati, infatti, regala soluzioni estremamente variegate e di grande vitalità e movimento.

I materiali

Materiali carta da parati

Materiali carta da parati

Sul fronte dei materiali, invece, le soluzioni più innovative e da prendere in considerazione per la decorazione degli ambienti domestici sono:

  • Carta da parati vinilica – Raffinata e di grande impatto estetico, ideale sia per le pareti che per rivestire i complementi d’arredo;
  • Carta Gold Vinyl e Gold Leaf – Lusso ed eleganza alla massima potenza, con un rivestimento realizzato con carta vinilica e pigmenti dorati che regalano effetti brillanti e preziosi;
  • EQ Fibra di vetro – Protegge e decora: una carta da parati 2 in 1 che non delude; perfetta anche per gli ambienti più esigenti come cucine e bagni;
  • Betulla decorata – Tutta la potenza estetica del legno personalizzabile con un numero infinito di decorazioni.
  • Parquet inciso – Un prototipo esclusivo per incidere il parquet e avere sotto i piedi una vera opera d’arte, scolpita a mano e dal grande impatto evocativo;
  • Tela taffetà – Una soluzione estremamente resistente in tessuto tesato in poliestere perfetta per i rivestimenti provvisori;
  • Georgette e Buio – Un rivestimento realizzato con tessuti raffinati perfetti per creare ambienti scenografici significativi.

Carta da parati e bagno: un binomio possibile (e vincente)

Carta da parati in bagno

Carta da parati in bagno

Se fino a qualche anno fa pensare di utilizzare la carta da parati per i rivestimenti del bagno era sia insolito che inadeguato, oggi non è più così. La vecchia carta da parati mostrava più di qualche carenza tecnica in un ambiente umido e quotidianamente ricco di vapori. Inoltre solo negli ultimi anni il bagno è stato rivalutato come un ambiente vero e proprio meritevole di attenzioni decorative e non solo un luogo dove espletare bisogni fisiologici. Ecco quindi che anche in questa stanza della casa la carta da parati offre soluzioni innovative capaci di valorizzare sia l’aspetto estetico che quello tecnico.

 

Immagine in evidenza: thanks to inkiostrobianco.com

Altri articoli interessanti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.