Paraschizzi per la cucina

Paraschizzi per la cucina: tra pulizia e bellezza

La cucina è da sempre uno degli ambienti più importanti e vissuti della casa; anche per questo è uno di quelli più esposto ai rischi legati all’igiene. L’attività di preparazione e cottura degli alimenti, ma anche il loro consumo, provoca inevitabilmente macchie e conseguenze di cui, quotidianamente, bisogna occuparsi. Ed è quello cui contribuiscono i paraschizzi per la cucina, un elemento da prendere in considerazione e da scegliere con cura.

Cosa sono i paraschizzi per la cucina

Come indica il nome stesso i paraschizzi sono strumenti che consentono di proteggere le pareti della cucina dagli schizzi e dalle macchie che si formano durante la cottura. Olio, acqua, grasso, ma anche i residui dei cibi creano ogni volta quegli aloni e quelle macchie fastidiose da vedere e che vanno eliminate quotidianamente per assicurare l’igiene di questo spazio domestico. I paraschizzi, noti anche con il nome di pannelli retrocucina, sono quindi strumenti essenziali per ogni cucina. Non si tratta di semplici pannelli protettivi, ma di articoli che si integrano nell’arredo della cucina e che offrono un contributo notevole sia in termine di sicurezza, facilità di pulizia e valorizzazione dell’estetica della propria cucina. Per questo sceglierli è più importante di quanto si possa pensar e per farlo è bene conoscere tutte le opzioni disponibili.

7 idee e soluzioni per i paraschizzi della cucina

Trattandosi di un elemento che svolge sia funzione protettiva che decorativa, il paraschizzi per la cucina può essere realizzato in diversi modi e formati. Le principali soluzioni da valutare sono:

  • ceramica;
  • pitture e smalti;
  • resine;
  • legno e pietra;
  • carta da parati;
  • vetro;
  • metallo.

Le piastrelle in ceramica

Questa è una delle soluzioni più tradizionali da utilizzare come paraschizzi della cucina e prevede l’applicazione di piastrelle in ceramica dietro il piano cottura o su tutta la parete della cucina. Resistenti, semplici da pulire e dal grande impatto estetico, le piastrelle smaltate e tutte le altre versioni offrono una grande libertà progettuale per realizzare mosaici e forme geometriche e disegnare, in tutti i sensi, questo spazio della cucina.

Pitture e smalti

Un’alternativa particolarmente gradevole e pratica è quella di applicare sulle pareti, specialmente quella dietro al forno, una pittura o uno smalto speciale e resistente alle macchie. Si tratta di rivestimenti lavabili, che proteggono le pareti e che offrono una valida protezione antibatterica che permette di pulire facilmente questa superficie della cucina, perseguirne l’igiene e poter contare su diverse versioni cromatiche cui personalizzare questa zona della casa.

Le resine

Una soluzione molto interessante sia in termini di resistenza che di fascino è quella di utilizzare la resina da applicare sulle superfici verticali (ma anche quelle orizzontali) della cucina. Anche in questo caso abbiamo grande possibilità di scelta dal punto di vista cromatico e un’eccezionale capacità di resistere all’acqua e di prevenire la formazione della muffa. Semplicissima da pulire, la resina è estremamente resistente, ma in caso di danno può essere sostituita agevolmente ripristinando l’eleganza di un materiale estremamente versatile.

Rivestimenti in legno o in pietra

Se hai una cucina classica o vuoi dare quel tocco di semplicità e naturalezza alla tua cucina puoi orientarti verso i rivestimenti in legno o in pietra. Che sia in legno, con tutte le sue venature e versioni cromatiche, o in marmo, questo tipo di paraschizzi è particolarmente interessante specialmente in termini di eleganza e design.

La carta da parati

No, non siamo matti da suggerirvi di dare fuoco alla vostra cucina; le moderne carte da parati sono realizzate con materiali resistenti e che ben si prestano anche a essere utilizzate come paraschizzi. La carta da parati è un rivestimento impermeabile e che permette anche di prevenire la formazione di muffa e umidità. Una scelta moderna che offre anche innumerevoli possibilità dal punto di vista estetico.

Il vetro

Nonostante possa apparire un azzardo in quanto è una superficie trasparente sulla quale si vedono immediatamente tutte le macchie e gli aloni che si formano, il vetro è una scelta da non sottovalutare. Questo per diverse ragioni. Innanzitutto pratiche: il vetro è facile da pulire ed è uno dei rivestimenti più resistenti. Inoltre non va considerato come un semplice specchio, in quanto può prevedere una superficie colorata o l’applicazione di una texture in grado di abbinarsi allo stile della cucina e di esaltarne il design. Inoltre i paraschizzi in vetro possono essere anche retroilluminati, offrendo un ulteriore vantaggio sia in termini di visibilità che di eleganza.

I paraschizzi in metallo

Tra le superfici riflettenti non esiste solo il vetro, ma è possibile orientarsi anche verso i rivestimenti in metallo. L’acciaio inox è un materiale straordinario in cucina e, specialmente per le cucine moderne e caratterizzati dalla pulizia delle linee, può risultare una scelta particolarmente vincente.

Materiali, colori e abbinamenti: dai forma e vita alla tua cucina

Lo stile di una cucina si caratterizza da diversi aspetti, anche dalla scelta di questi “dettagli”. Il paraschizzi è un elemento fondamentale, come visto, sia per l’aspetto igienico che quello decorativo. In questo senso è fondamentale non trascurare l’elemento estetico, capace di fare la differenza. Per valorizzare la dimensione decorativa ed esprimere al meglio la personalità di questo spazio della casa è necessario concentrare la propria attenzione sui materiali impiegati, sulla luminosità di questo spazio e sulle dimensioni della cucina e sullo stile della casa.

Vivere la cucina risulterà non solo più pratico, ma anche più bello e questo spazio mostrerà tutta la sua bellezza non solo quando, a sera, è tutto sistemato e gli elettrodomestici sono spenti, ma anche mentre la cucina si anima di odori, ingredienti, sapori, voci, suoni e rumori che indicano che qui c’è un’esplosione di vita da respirare e da cui farsi travolgere.

Cucina
Cucina

Altri articoli interessanti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere