dierre home solutions
Sostituzione infissi

Sostituzione infissi: quando lo spreco esce dalla porta e rientra dalla finestra

Quando si pensa alla ristrutturazione della propria casa il più delle volte si immaginano i lavori relativi alla costruzione o demolizione delle pareti. In realtà è doveroso parlare anche della sostituzione degli infissi e dei serramenti, che rappresentano uno degli interventi più convenienti, anche dal punto di vista economico. Scopriamo perché.

L’efficienza energetica della tua casa

La sostituzione degli infissi è strettamente legata al concetto e al principio di efficienza energetica di un edificio. Un concetto di cui si parla tantissimo, anche se troppo spesso in maniera non del tutto corretta. L’efficienza energetica, infatti, non è la riduzione dei consumi o il risparmio energetico, queste sono delle conseguenze, ma è la capacità di ottimizzare l’uso dell’energia generata. Perché gli infissi incidono così significativamente sulle capacità energetiche della propria abitazione?

Quando siamo in casa cerchiamo di raggiungere un confort abitativo adeguato. D’inverno accendiamo i riscaldamenti e d’estate l’impianto di condizionamento. Per il loro funzionamento c’è un consumo energetico che può essere corretto o scorretto in base alla qualità degli infissi. Gli infissi sono i telai su cui sono inserite le porte, le finestre e le parti apribili di ogni abitazione. Sono quindi una sorta di ferita, di fessura, sulla superficie del muro. La capacità di chiusura di ciascun infisso è direttamente proporzionale alla quantità di energia consumata per il raggiungimento del confort ambientale.

Questo per un motivo molto semplice: se le porte e le finestre lasciano passare l’aria calda o fredda che abbiamo prodotto azionando la caldaia o il condizionatore, è evidente come dovranno rimanere più tempo in azione per mantenere la temperatura desiderata. Senza contare come la dispersione termica sia anche responsabile di tutti i problemi di umidità e muffa di cui sono vittime moltissime delle nostre abitazioni.

Ecco quindi che la sostituzione degli infissi è un intervento prezioso e utilissimo per il miglioramento dell’efficienza energetica della nostra casa. L’utilizzo di infissi di qualità e dalla grande capacità isolante consente di risparmiare sui costi delle bollette, di ridurre gli sprechi e di migliorare sia il valore dell’immobile che la qualità della vita di chi abita quella casa. Un investimento di sicuro ritorno con benefici immediati e a lungo termine.

Il settore degli infissi

I lavori di sostituzione degli infissi non riguardano solamente i telai, ma anche gli altri componenti. Nel caso delle finestre, infatti, lo stesso vetro ha una grande incidenza nel miglioramento del livello di isolamento termico e acustico. Questo perché il vetro della finestra può essere stratificato, prevedere l’aggiunta di pellicole schermanti e di tecnologie utili a ridurre l’incidenza delle radiazioni solari.

La qualità dell’infisso e la capacità dell’installatore di eseguire un lavoro a regola d’arte permettono anche di intervenire sull’isolamento acustico dell’abitazione. Quante volte i rumori esterni, specie quelli del traffico, del passaggio dei treni o degli aerei, disturbano il proprio riposo o le attività che si svolgono in casa? Anche in questo senso gli infissi e i serramenti contribuiscono al miglioramento del valore dell’edificio e della qualità della vita di chi lo abita.

Come per tutti i settori anche quello degli infissi contempla un’ampia gamma di prodotti e soluzioni. Il consiglio, per avere la massima garanzia di efficienza, è quello di utilizzare materiali riciclabili. Questi, oltre a contribuire a una riduzione dei consumi in fase di produzione, garantiscono anche un minore costo per quel che riguarda la manutenzione, essendo realizzati senza l’utilizzo di trattamenti chimici.

Gli incentivi fiscali

Abbiamo quindi compreso l’importanza, e in molti casi l’urgenza, di procedere con la sostituzione degli infissi della propria casa. A questo punto è utile capire come fare per risparmiare. All’interno del cosiddetto Ecobonus vi è anche un particolare Bonus Infissi 2020, rivolto proprio a questo tipo di lavori. Scopriamo di cosa si tratta e come richiederlo.

L’incentivo consiste in una detrazione fiscale dell’Irpef per un valore del 50% del totale delle spese sostenute, per un massimo di 60mila euro. La detrazione viene ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

Il Bonus Infissi 2020 riguarda la modifica o la sostituzione di infissi già esistenti con la particolarità che i nuovi infissi abbiano una trasmittanza termica (indicata in Uw) uguale o inferiore a quella prevista dalla legge. Allo stesso tempo l’immobile sul quale vengono eseguiti i lavori deve essere accatastato o in fase di accatastamento, essere dotato di un impianto di riscaldamento e in regola con il pagamento dei tributi richiesti.

È fondamentale ricordare come i pagamenti per questo tipo di lavori devono essere svolti esclusivamente tramite metodo di pagamento tracciabile (bonifico, carta di credito, carta di debito, assegno) inserendo nella causale il riferimento normativo (articolo 16-bis del Dpr 917/1986), il codice fiscale (o la Partita IVA) di chi ha eseguito il lavoro, il codice fiscale del richiedente e i riferimenti della fattura.

Entro 90 giorni dal completamento dei lavori vi è l’obbligo di trasmettere tutti i documenti tramite il portale ENEA per essere in regola con l’accesso all’incentivo fiscale per la sostituzione degli infissi.

Altri articoli interessanti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.